Incontro di novembre 2018

A novembre siamo tornati a parlare di buone pratiche e di tecnologie ortogonali ai linguaggi, con un bel talk del nostro Antonello (purtroppo in partenza per l’estero) su git. Come sempre, quando si tratta di argomenti di più ampio respiro, la partecipazione è stata generosa.

slide: Even (Git) flow

(seguirà video)

Incontro di ottobre 2018

Per tornare a scrivere un po’ di codice, ma anche e soprattutto per provare a dare un piccolo contributo al mondo dell’Open Source, per il mese di ottobre il PUG ha partecipato all’iniziativa internazionale Hacktoberfest 2018, insieme a molti altri gruppi sparsi in tutto il mondo.
L’obiettivo della serata era quello di raggiungere cinque pull request su Github, per vincere una delle magliette in palio. In realtà il vero obiettivo era quello di diffondere un po’ di consapevolezza sull’importanza della contribuzione diretta, non importa se piccola o grande, ai repository che alla fine ci aiutano nel nostro lavoro. Speriamo che quest’ultimo scopo sia stato raggiunto.

Incontro di maggio 2018

Questo mese abbiamo dovuto improvvisare un lean coffee all’ultimo momento, non essendo riusciti a reperire e preparare un talk classico (più avanti vedremo come cercheremo di risolvere la questione).
Il buon Arnaldo Morena si è offerto come facilitatore, mentre l’argomento, votato con un rapidissimo sondaggio il giorno prima, è stato il famigerato GDPR.
Il fatto che l’oggetto non fosse esattamente chiaro ai più ha fatto sì che l’incontro si dipanasse con più domande che risposte, probabilmente lasciando qualche dubbio finale ma sicuramente dandoci modo di confrontare e mettere insieme piccoli pezzi di conoscenze. Nel frattempo, dato il relax della formula, sono stati consumati i tarallucci e la birra offerti gentilmente da Codemotion.
Prima di concludere con la classica cena a Roadhouse, abbiamo estratto una copia di Sviluppare in PHP 7, gentilmente offerta dal GrUSP, oltre che a una licenza JetBrains offerta dall’omonimo sponsor.
Come accennato inizialmente, a partire da giugno ci organizzeremo con un repository, in cui proporre, votare e approvare collettivamente gli argomenti dei prossimi incontri.

Incontro di novembre 2017

Dopo la lieve battuta d’arresto del mese di ottobre, il PUG di Roma torna ad incontrarsi, e lo fa in grande stile.

Il primo intervento è di Antonello D’Ippolito, già esordiente quest’anno al PUG, che ci illustra tutto ciò che avremmo sempre voluto sapere su Composer e che non abbiamo mai osato chiedere. Il talk, chiaro e completo, dal titolo Composer: write a melody with your dependencies, parte dalle basi illustrando l’uso quotidiano di Composer per arrivare agli utilizzi più avanzati, come distribuire i propri pacchetti o utilizzare un package server proprietario.

Talk consigliatissimo ai neofiti che vogliono sapere come iniziare a usare Composer nei proprio progetti ma molto utile anche a chi ne sa già qualcosa in più.

A seguire, il nostro presidente Massimiliano Arione ci fa una sorpresa presentandoci senza preavviso un talk a tema “Symfony 4”, in uscita in questi giorni. Con la consueta sicurezza di chi conosce bene ciò di cui parla, Max si concentra su due delle principali novità della nuova versione del framework PHP più utilizzato: flex, ovvero un plugin di Composer che è diventato la nuova modalità per installare i componenti del framework, e l’autowiring, una nuova funzionalità che permette di scrivere servizi senza la necessità di istruire il Dependency Injection Container tramite la consueta configurazione in yaml o xml. L’autowiring aggiunge un bel po’ di magia, utile per chi approccia il framework per la prima volta, ma qualcuno storce il naso: prima di bocciarlo, però, forse è il caso di provarlo, e chissà che anche i più puri non apprezzino di non dover scrivere più decine di righe di configurazione pressoché uguali.

Infine, grazie alla partnership del PUG con JetBrains, da questo mese ad ogni incontro sarà sorteggiata una licenza di PHPStorm tra tutti i partecipanti: un buon motivo in più per partecipare agli incontri del PUG!

A seguire, consueta serata mangereccia al vicino Roadhouse.