Incontro di settembre 2017

Ancora un debutto al PUG Roma, questa è la volta di Roberto Umbertini, ternano trapiantato a Roma da un paio d’anni. Come ogni programmatore che si rispetti, Roberto ha curiosità e voglia di imparare, caratteristiche che lo portano spesso a studiare e sperimentare fuori dall’orario lavorativo.

È stato proprio seguendo un progetto personale che ha avuto modo di sperimentare con Docker, la Continuous Integration e le pipeline di GitLab: durante il talk, iniziato con una citazione di Martin Fowler, ci ha raccontato ciò che ha imparato, come configurare il proprio progetto per inserire un’immagine Docker da eseguire durante la CI, e cosa fare per eseguire automaticamente la suite di test ogni volta che viene fatto il push di un branch.

Alla fine del talk è seguito un vivace scambio con suggerimenti e opinioni di altri PUGgers che hanno riportato la loro esperienza in un campo, quello dei container e della continuous integration, sempre molto stimolante e discusso.

La serata è proseguita al classico RoadHouse di Termini.

Agosto talk mio non ti conosco

Gli irriducibili del PUG vanno in vacanza ma tornano apposta per farsi una pizza alla Formula Uno. Visti il numero di nuovi adepti nerdici i primi sforzi sono stati dedicati a spiegare che il nome della pizzeria non ha nulla a che fare con la matematica, poi sono arrivate le pizze e si sono  rilassati un po’ tutti. Il networking è andato avanti fino a notte fonda, abbiamo partorito una 15ina di start up, fixato una 40ina di bug e aperto almeno due scuole di informatica, poi al momento del conto tutti i progetti sono rimasti sulla tovaglia di carta che il cameriere ha prontamente bruciato, quindi si rimanda al prossimo think tank di settembre, qualcuno si è proposto di spiegarci come funziona un firewall usando i supplì al posto dei pacchetti.

Incontro di luglio 2017

Luglio, tempo di vacanze. Spesso non è facile coinvolgere molti partecipanti, soprattutto quando la maggior parte dei membri del PUG è in vacanza. Ma abbiamo voluto provare ugualmente a fare un incontro “serio” e siamo riusciti a racimolare una ventina di intrepidi, che per la stagione non è affatto male.
Il talk di questo mese ci è stato presentato da Davide Dell’Erba, al suo esordio da speaker PUG. L’argomento proposto riguarda le espressioni regolari, argomento sempre un po’ ostico per noi sviluppatori. Devo confessare che le mie aspettative non erano alte, avendo già assistito ad altri talk sull’argomento, spesso esauriti in un elenco di trucchi e regole. Invece quello proposto da Davide ha stupito positivamente, con un approccio originale e con un punto di partenza più “a monte”.
L’incontro è stato anche l’occasione per inaugurare la nostra nuova vela (vedi foto), bellissima e gentilmente offerta dal GrUSP, insieme a tanti adesivi. Inoltre, come nei precedenti incontri, siamo stati sotto il cappello di AperiTech, che ci ha offerto birra e taralli, do consumare prima, durante e dopo il talk.

Di seguito le slide del talk, a breve sarà disponibile la registrazione video.

Incontro di Giugno 2017

Nell’arco degli appuntamenti mensili del PUG di Roma, ci capita di affrontare argomenti di vario carattere: alcuni fanno riferimento a prodotti con molta notorietà, acquisita grazie alla longevità del progetto o grazie ad un’attiva community; altri argomenti, invece, fanno riferimento a prodotti giovani e meno popolari. È il caso del talk di questo mese incentrato su encore, un nuovissimo tool per la gestione degli asset che, per la sua semplicità, agevola il lavoro degli sviluppatori poco pratici con Webpack.

A parlarcene è stato Massimiliano Arione, uno sviluppatore PHP backend romano nonché presidente del PUG Roma. Massimiliano ha iniziato l’argomento con un excursus delle tecnologie frontend più utilizzate degli ultimi anni (regalando un tuffo nel passato a molti sviluppatori presenti). Successivamente, ha introdotto l’utilizzo di encore con degli esempi semplici ed efficaci, conditi dalla sua competenza ed esperienza.

A fine incontro, Innocenzo Sansone di Codemotion ci ha offerto della birra e dei taralli nell’ambito della collaborazione con #AperiTech. Gli sviluppatori più irriducibili hanno concluso la serata nel consueto locale post-meetup.